La vita sfuma.

– RUBRICA D’ARTE MODERNA –

titolo dell’opera: Sfumature

 

"sei troppo duro, prendi le cose con rabbia e intransigenza, nella vita non esistono solo il bianco e il nero ma anche le sfumature di grigio"

Parte l’Arte.

Ammetto che nella realtà oggettiva esistano innumerevoli sfumature di grigio similmente a delle linee rosse che percorrono vite o situazioni. Diplomazia, accettazione dell’altro e compassione sono condizioni ibride nelle quali tantissime persone si riconoscono sguazzandoci allegramente dentro beote e felici. Riconosco comunque la potenza concreta di una qualsiasi scala generica:
. di colore, la mescolanza genera enormi possibilità intrinseche (basti pensare alla fusione stessa delle  radiazioni violette e allo spettro cromatico conseguente);
. reale di cuori, vince su tutto;
. Mercalli che misura univocamente una scossa sismica generando bestemmie&poesie;
. pieghevole senza la quale il cambio di stagione sarebbe impossibile;
. pentatonica minore che contribuisce agli ass_holi del blues;
. Teatro di Milano;
. a chiocciola quando manca spazio per salire e per cadere rovinosamente;
. etc

Nonostante ciò troppo spesso viene dimenticato un aspetto fondamentale di quest’ambaradan: una sfumatura è uno stato non puro, non primario della fonte dal quale scaturisce infatti le varie tonalità di grigio che ad esempio separano ingiustamente il bianco assoluto e il nero assoluto appaiono con il nome di compromessi. Il bianco è dignitoso, stabile identificato nella candidezza perfetta, privo di macchie, brilla lucente  di fresco mentre il nero è inchiostro buio che ingoia fotoni, percezioni e riferimenti. Queste due condizioni si ritrovano costrette a coesistere forzatamente perdendo la loro connotazione sincera. Con quale diritto due "cose" perfette vengono divise da una sporca sfumatura ovvero da una cosa imperfetta?
Le scusa delle tonalità è un’altra delle meschine bugie che molti vorrebbero introdurre nel mio petto senza ammettere per loro stessi che il grigio non è né bianco né nero.
E per me tutto questo è vergognosamente inaccettabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.